Quarta dose : cosa dobbiamo sapere

Chi deve fare la quarta dose?

Il booster (o richiamo vaccinale) è una dose aggiuntiva al ciclo vaccinale normale che viene somministrata a distanza di tempo con lo scopo di rafforzare la risposta immunitaria al patogeno per cui si è stati precedentemente vaccinati, pertanto è utile nel prevenire le forme gravi della malattia.
La somministrazione è raccomandata (ma NON obbligatoria) nelle persone a partire dai 60 anni di età e nei soggetti fragili con età superiore ai 12 anni.

Quando e dove farla?

Si può fare se sono passati almeno 120 giorni (4 mesi) dalla somministrazione della terza dose oppure dall’ultima infezione da Covid successiva alla terza dose.
E’ possibile fare la seconda dose booster presso il proprio medico di famiglia, presso un centro vaccinale, oppure in farmacia.
Le modalità di prenotazione possono variare da regione a regione, ma in linea di massima è necessario prenotarsi attraverso il sito regionale, metodo già utilizzato per le precedenti dosi, nel caso di inoculazione in centri vaccinali o farmacie, mentre per la prenotazione dal medico di base basta prendere appuntamento presso lo studio medico.
Come già successo negli scorsi anni, alcune regioni favoriscono anche la vaccinazione in vacanza aprendo i propri hub vaccinali ai non residenti.

La quarta dose protegge dalle più recenti varianti, ad esempio Omicron e Delta?

Da studi pubblicati sul giornale scientifico “The New England Journal of Medicine” è emerso che la quarta dose di vaccino è efficace contro la forma grave di COVID-19 causata dalla variante Omicron, ma non tanto quanto la malattia causata dalla variante Delta.

    Cosa cerchi?

    Dove ti trovi?